Il nuovo sistema MiniMetro decongestiona Pisa dal traffico dei pendolari

LEITNER ropeways realizza e gestisce un progetto di partenariato pubblico-privato

Inaugurazione ufficiale il 18 marzo 2017

Con l’inaugurazione ufficiale del sistema di trasporto MiniMetro PisaMover il 18 marzo 2017, LEITNER ha dato il via a una nuova era sostenibile della mobilità. Fino a oggi la città toscana di 90.000 abitanti era congestionata da un enorme volume di traffico, con il numero di persone in transito che raddoppiava a causa di pendolari, turisti e studenti. Ma ora finalmente la situazione è pronta a cambiare: il PisaMover riuscirà infatti a decongestionare quasi completamente la località toscana dal flusso automobilistico di pendolari. Il sistema firmato LEITNER ropeways svolgerà inoltre un fondamentale ruolo nell’ambito del trasporto urbano, migliorando il collegamento con la rete pubblica degli autobus già esistente. In cinque minuti, il MiniMetro conduce i viaggiatori dall’aeroporto Galileo Galilei fino alla stazione centrale nel centro della città. Insieme anche al nuovo parcheggio scambiatore all’altezza della stazione intermedia San Giusto / Aurelia e all’ottimizzazione della rete di piste ciclabili, riduce il traffico e migliora l’aspetto e la qualità della vita di Pisa. Il nuovo MiniMetro è il primo impianto di questo tipo dotato di azionamento diretto LEITNER DirectDrive.

ADDIO CODE, BENVENUTI COMFORT E DESIGN D’ECCELLENZA

ADDIO CODE, BENVENUTI COMFORT E DESIGN D’ECCELLENZA

Anche a Pisa, il percorso che porta dall’aeroporto al centro città (1760 metri) è uno tra quelli con maggiore presenza di code. Il PisaMover di LEITNER ropeways consentirà di alleggerire questa sezione nevralgica, permettendo di coprire il tragitto tra l’aeroporto Galileo Galilei, la zona meridionale di Pisa e la stazione centrale in soli cinque minuti. Entrambi i convogli sono composti da tre vagoni collegati l’uno all’altro e con una capienza totale di 107 passeggeri. I veicoli del MiniMetro a funzionamento elettrico, come anche le stazioni, sono stati progettati dal celebre architetto Adolfo Natalini. Il carrello sul quale sono montati i veicoli rappresenta inoltre un nuovo, speciale sviluppo realizzato in collaborazione con l’università di Pisa, in grado di assicurare un comfort di viaggio davvero elevato. Uno sviluppo tecnologico che ha trovato applicazione anche a Miami dove di recente è stata inaugurata la seconda linea di collegamento tra terminal all’interno dell’aeroporto statunitense.

INNOVATIVO PROGETTO DI PARTENARIATO PUBBLICO-PRIVATO

INNOVATIVO PROGETTO DI PARTENARIATO PUBBLICO-PRIVATO

Il PisaMover rappresenta  un ulteriore esempio di impiego di successo degli impianti urbani di LEITNER ropeways, in grado di risolvere in maniera sostenibile complesse problematiche legate al traffico. Marco Filippeschi, sindaco di Pisa, è convito dei vantaggi offerti da questo nuovo mezzo di trasporto urbano: “È un modello di mobilità urbana innovativo che avrà un impatto positivo su tutta la città”. L’innovativo impianto si basa su un progetto comune di partenariato pubblico-privato tra LEITNER ropeways e il Gruppo Condotte d’Acqua, una tra i più importanti gruppi imprenditoriali italiani. Il progetto include, oltre a progettazione e realizzazione dell’impianto, e delle diverse infrastrutture che hanno messo a nuovo il quartiere San Giusto, anche la gestione del MiniMetro e del parcheggio scambiatore presso la stazione intermedia. Un’opera complessiva da 72 milioni, che ha goduto di un finanziamento di 21 milioni da parte dell’Unione Europea, mentre i restanti sono a carico delle aziende private che hanno realizzato e gestiranno l’opera per i prossimi 33 anni prima che l’intera infrastruttura, così come definito in convenzione, passi al Comune di Pisa.

RUMOROSITÀ CONTENUTA E CONSUMI RIDOTTI

L’impianto assume una speciale rilevanza anche in considerazione della sua qualità ecologica. Per tutelare al massimo l’ambiente, il PisaMover è stato dotato della più moderna tecnica di propulsione. L’impianto funziona infatti grazie al sistema LEITNER DirectDrive che è contraddistinto da consumi ed emissioni ridotte, come anche da una rumorosità molto contenuta. Entrambi i convogli si spostano in modalità va e vieni, muovendosi comunque ognuno sul proprio binario. L’intero sistema prevede il funzionamento completamente automatizzato e può essere gestito in maniera flessibile. I responsabili si aspettano un flusso di passeggeri pari a circa due milioni l’anno, numero che secondo le previsioni dovrebbe arrivare a circa 2,6 milioni a partire dal 2020.

 

Alla riduzione del traffico automobilistico nella città contribuisce anche l’offerta Park&Ride con un parcheggio scambiatore in grado di ospitare 1.400 veicoli nell’area della stazione intermedia San Giusto / Aurelia. Situato nelle immediate vicinanze di un’importante uscita autostradale, consente ai pendolari della regione di posteggiare la propria macchina con soli 2,5 € al giorno e raggiungere comodamente e in pochi minuti il centro a bordo del PisaMover. Anche i turisti possono sfruttare l’opportunità di arrivare in maniera rapida e conveniente alla stazione o all’aeroporto, come anche di recarsi dall’aeroporto al centro in pochi minuti. L’impianto fa parte di un’idea di sviluppo infrastrutturale più ampia: infatti si è proceduto alla realizzazione di una nuova rete di piste ciclabili, l’ottimizzazione dei percorsi pedonali, la creazione di nuove rotonde e l’eliminazione di un pericoloso passaggio a livello.